Un urlo

Corfù 23/05/2018





Alle ore 12.00 attracchiamo al porto di Corfù. www.corfu-kerkyra.eu/it/informazioni-corfu.php
Come sempre il tempo è nostro amico, è una bella giornata e come ormai è nostra abitudine andiamo all'avventura. 
MSC aveva messo a disposizione una navetta a pagamento , che dopo un percorso di 4 km avrebbe raggiunto il centro. Noi, però, memori di un'altra esperienza, abbiamo controllato su Google maps e abbiamo trovato un altro tragitto che percorrendo due km a piedi ci ha condotti ugualmente alla meta.
Non abbiamo visitato niente in particolare, ma abbiamo passeggiato per la città.
La prima cosa che mi ha colpito è stato il verde lussureggiante rispetto alle altre isole greche che abbiamo visitato.

Lasciandoci alle spalle la Fortezza Nuova www.corfu-tourism.gr/web/it/corfu/fortezza_nuova.html  , che si ammira mentre si arriva in porto, abbiamo costeggiato le antiche mura, dove un portale ricorda la dominazione veneziana










 e nei pressi si erge il monumento all'ammiraglio russo Fedor Fedorovic Ushakov, che liberò Corfù dalla dominazione francese nel 1799.


Passeggiando tra i borghi e salendo le scalinate abbiamo visto bellissimi scorci sino a che siamo giunti alla Spianada, una grande area adibita a parco  con alberi, panchine, statue e nella parte più a nord  un campo da cricket, eredità della dominazione inglese.



 Al tempo della dominazione veneziana, la Spianada  era adibita ad area di fuoco per i cannoni a supporto della Vecchia Fortezza. www.corfu-tourism.gr/web/it/corfu/fortezza_vecchia.html

Dopo esserci riposati un po' su una panchina nel parco della Spianada, abbiamo preso la via del ritorno verso il porto, dove la MSC Lirica ci aspettava con le sue piscine con l'intenzione di rilassarci e riprenderci dai 10 km fatti a piedi!

Nessun commento:

Posta un commento